News

voltura e subentro luce e gas

Voltura e Subentro Luce e Gas

VOLTURA E SUBENTRO LUCE E GAS – Differenza
VOLTURA: nel caso in cui ci sono un contatore e un contratto di fornitura attivo, e devi solo cambiare l’intestatario dell’utenza.
SUBENTRO: Se è presente un contatore ma il contratto precedente è stato cessato, allora devi riattivare la fornitura grazie ad un subentro, analogo alla richiesta di attivazione.

VOLTURA E SUBENTRO LUCE E GAS – Costi
I costi di voltura e subentro sono diversi in relazione al tipo di contratto. Di seguito trovate tutte le informazioni relative ai costi da sostenere sia per un contratto di maggior tutela sia per un contratto sul mercato libero.

I costi di voltura o subentro in regime di maggior tutela sono fissati dall’Autorità, che nel caso non si richieda aumento di potenza contrattuale, sono pari a:
25,81 € per oneri amministrativi (più IVA 22%)
23 € contributo fisso (più IVA 22%) in caso di subentro, il distributore può richiedere un altro contributo
16 € imposta di bollo
Il costo totale dell’operazione è quindi di ca. 77 €, che vanno sommati all’eventuale deposito cauzionale a discrezione del fornitore di elettricità.

Nel mercato libero, il costo di voltura o subentro comprende:
un contributo fisso di 25,81 € per oneri amministrativi
una quota di servizio determinata dal fornitore e che può variare considerevolmente
Oltre ai contributi amministrativi e di servizio, il fornitore può richiedere di pagare l’imposta di bollo di 16 € e il versamento di un deposito cauzionale.

VOLTURA E SUBENTRO LUCE E GAS – Tempistiche
Per quanto riguarda la voltura luce e gas, si legge sul sito dell’Autorità, che il fornitore, entro 2 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta completa di tutti i dati e le informazioni necessarie. Se tutto è regolare, per la registrazione della voltura occorreranno quindi almeno 2 giorni lavorativi dall’invio della pratica. Quindi il tempo tecnico minimo è pari a 4 giorni lavorativi dalla richiesta del cliente;
Per quanto invece riguarda il subentro bisogna fare una distinzione tra le tempistiche del subentro luce e del subentro gas:
Per il subentro luce saranno necessari 7 giorni lavorativi, ovvero il fornitore ha 2 giorni di tempo per inoltrare la richiesta al distributore e quest’ultimo ha a disposizione 5 giorni per eseguire l’attivazione;
Per il subentro gas invece occorrono 12 giorni lavorativi, cioè il fornitore ha 2 giorni lavorativi per passare la richiesta al distributore locale di gas metano e quest’ultimo ha 10 giorni lavorativi per inviare un tecnico e attivare il gas.

SUBENTRO E VOLTURA LUCE E GAS – Risarcimenti
Se il distributore tarda nell’attivazione della luce il cliente ha diritto ad un risarcimento automatico di 35 € se la l’attivazione è stata effettuata entro il doppio del tempo previsto, di 70 € entro il triplo del tempo previsto e di 105 € oltre il triplo del tempo previsto. Per il gas invece se la fornitura viene attivata oltre il tempo previsto e la colpa è da imputare al distributore, il cliente ha diritto ad un rimborso automatico di 30 €